Tra le più importanti novità di ARAN World per il 2022 c’è ARAN Spazio Contract, un progetto che intende rivoluzionare i rapporti tra l’azienda e il mondo Real Estate in Italia. Per guidare questa importante iniziativa che presto verrà presentata ufficialmente con l’inaugurazione di nuovi spazi dedicati all’interno del Flagship Store ARAN Cucine di Milano è stato scelto Stefano Bergamin, ex AD di Milano Contract District, e dunque figura ideale per rileggere strategicamente il ruolo dell’arredamento nei processi del Real Estate.

Che per ARAN World la divisione Contract sia da sempre un fiore all’occhiello è cosa nota: il Gruppo abruzzese, sin dai suoi esordi, è stato riconosciuto come ambasciatore del Made in Italy nel mondo, aggiudicandosi numerosi appalti per arredare tante tra le più prestigiose residenze internazionali. L’esperienza maturata all’estero ha consolidato la conoscenza di specifiche dinamiche e di altrettanti processi, tanto da spingere l’azienda ad una riflessione sullo scenario italiano: nel mercato USA, ad esempio, i sistemi d’arredo sono considerati come componenti organiche nel processo stesso di costruzione di una casa, e ARAN World intende importare questa ‘visione’ a livello nazionale. ARAN Spazio Contract nasce dunque dalla volontà di promuovere una nuova idea di casa, che sin dalla fase progettuale ponga al centro uno strettissimo legame tra spazi ed elementi d’arredo. Proprio come avviene all’estero, infatti, anche in Italia cominciano ad essere proposte sul mercato residenze già dotate dei principali sistemi di arredamento come cucina, bagno, armadiature, ma ARAN Spazio Contract ha l’obiettivo di trasformare il ruolo dell’azienda d’arredamento, che da fornitore deve diventare partner di costruttori, imprese edili e professionisti del RE.

ARAN Spazio Contract sarà dunque il necessario ‘collante’ tra tutti gli attori e i protagonisti coinvolti nel processo di progettazione, costruzione e vendita di edifici residenziali. Flessibilità e funzionalità sono valori fondamentali per una visione così globale: progettare una casa già arredata aiuta infatti a svilupparne meglio gli spazi, immaginando fin da subito come rispondere a diverse esigenze; basti pensare, oggi, al necessario dialogo tra impianti elettrici o idraulici e soluzioni d’arredo domotiche. Per fare ciò, inevitabilmente, sono necessari knowhow e importanti innovazioni. ARAN World può contare già su una straordinaria capacità produttiva e di customizzazione anche grazie alla scelta di produrre internamente i pannelli che utilizza per realizzare i propri sistemi, tanto che nel 2021 è stata insignita del ESG Sustainability Award tra le migliori 100 aziende italiane di tutti i settori, ed unica nel mondo dell’arredo di design ma recentemente ha investito in Buildin Information Modelling, così da avere tutti i migliori strumenti per interagire con ingegneri, architetti e costruttori in fase progettuale. Potendo intervenire direttamente sui modelli 3D dei partner Developer, la nuova tecnologia consente di restituire progetti d’arredo già integrati agli ambienti con un duplice vantaggio: da un lato si ottimizzano i tempi e i passaggi (talvolta ancora manuali) per immaginare soluzioni d’arredo su piantine preesistenti, dall’altro si offre al consumatore una nuova  esperienza, quella della realtà virtuale Digital Twin, utile anche in fase di personalizzazione per la scelta di finiture e materiali. Una novità importante, dunque, quella rappresentata da ARAN Spazio Contract, non solo per ARAN World ma anche per il mondo Real Estate in generale: si tratta infatti della prima piattaforma gestita internamente da un’azienda, con l’obiettivo di industrializzare il mondo RE dialogando e integrandosi ad esso. Un progetto ambizioso, che dimostra come ARAN World, grazie al suo solido knowhow e alle recenti innovazioni, possa candidarsi al ruolo di best player nel Contract Arredo per il mondo del Real Estate Italia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.